Manuele Gragnolati

Manuele Gragnolati è professore ordinario di letteratura italiana del medioevo alla Sorbonne Université di Parigi, vicedirettore dell’Institute for Cultural Inquiry di Berlino e Senior Research Fellow presso il Somerville College di Oxford. Si è formato all’Università di Pavia, a Parigi e a New York, conseguendo il dottorato presso la Columbia University nel 1999. Prima di trasferirsi alla Sorbona ha insegnato presso il Dartmouth College e, dal 2003 al 2015, presso l’Università di Oxford. Una parte importante della sua ricerca, compreso la monografia Experiencing the Afterlife Soul and Body in Dante and Medieval Culture (2005), esplora il significato della corporeità in Dante e nell’escatologia del XIII e del XIV secolo. Si è anche occupato del concetto di soggettività linguistica dalla Vita Nova di Dante al presente, delle riappropriazioni moderne di testi antichi e medievali, di autori del Novecento come Pier Paolo Pasolini ed Elsa Morante, e di teorie femministe e queer. La sua monografia Amor che move : Linguaggio del corpo e forma del desiderio in Dante, Pasolini e Morante (2013), propone una lettura difratta di corporeità, linguaggio e desiderio in Dante e nei due autori del Novecento. Un altro suo interesse è la poesia lirica e in questo ambito ha collaborato a un’edizione commentata delle rime giovanili di Dante e nel 2020 è apparso il volume, scritto insieme a Francesca Southerden, dal titolo Possibilities of Lyric : Reading Petrarch in Dialogue, che esplora le potenzialità della modalità lirica attraverso una lettura comparata del Canzoniere petrarchesco. Ha diretto diversi progetti internazionali e curato una ventina di volumi di ambiti diversi, gli ultimi dei quali sono un libro sul concetto e la pratica di apertura nel Medioevo (Opennes in Medieval Europe) e l’Oxford Handbook of Dante, uscito nel 2021 per i tipi di Oxford University Press, che raccoglie 45 saggi di studiosi di tutto il mondo e fornisce una versione aggiornata e transnazionale dell’opera dantesca. Dal 2020 è vicepresidente della Société Dantesque de France.

 

Pubblicazioni
 
Opennes in Medieval Europe, a cura di Manuele Gragnolati e Almut Suerbaum. Berlino, ICI Berlin Press, 2022.
The Oxford Handbook of Dante, a cura di Manuele Gragnolati, Elena Lombardi e Francesca Southerden. Oxford, Oxford University Press, 2021.
Possibilities of Lyric : Reading Petrarch in Dialogue ; with an epilogue by Antonella Anedda Angioy. Berlino, ICI Berlin Press, 2020; con Francesca Southerden.
«Petrolio» 25 anni dopo. Biopolitica, eros e verità nell’ultimo romanzo di Pier Paolo Pasolini, a cura di Carla Benedetti, Manuele Gragnolati e Davide Luglio. Macerata, Quodlibet, 2020.
Passages, seuils, sauts : du dernier cercle de l’Enfer
à la première terrasse du Purgatoire (Enf. XXXII – Purg. XII), a cura di Manuele Gragnolati e Philippe Guérin, Chroniques italiennes web, 39 (2020).
Claude Lefort, Dante’s Modernity: An Introduction to the 'Monarchia', with an essay by Judith Revel, a cura di Christiane Frey, Manuele Gragnolati, Christoph F. E. Holzhey e Arnd Wedemeyer, traduzione di by Jennifer Rushworth. Berlino, ICI Berlin Press, 2020.
Vita nova. Fiore. Epistola XIII, a cura di Manuele Gragnolati, Luca Carlo Rossi, Paola Allegretti, Natascia Tonelli, Alberto Casadei. Firenze, SISMEL – Edizioni del Galluzzo, 2018.
Aimer on ne pas aimer : une question, deux textes. Boccace, «Elegia di madonna Fiammetta» et «Corbaccio», a cura di Anna Pia Filotico, Manuele Gragnolati e Philippe Guérin. Parigi, Presses Sorbonne Nouvelle, 2018.
De/constituting Wholes : Towards Partiality Without Parts, a cura di Manuele Gragnolati e Christoph Holzhey. Berlino e Vienna, Turia + Kant, 2017.
Pier Paolo Pasolini entre régression et échec, a cura di Paolo Desogus, Manuele Gragnolati, Christoph Holzhey e Davide Luglio. LaRivista 4 (2015).
Amor che move. Linguaggio del corpo e forma del desiderio in Dante, Pasolini e Morante. Milano, il Saggiatore, 2013.
Desire in Dante and the Middle Ages, a cura di Manuele Gragnolati, Tristan Kay, Elena Lombardi e Francesca Southerden. Oxford, Legenda, 2012.
The Scandal of Self-Contradiction: Pier Paolo Pasolini’s Multistable Subjectivities, Traditions, Geographies, a cura di Luca Di Blasi, Manuele Gragnolati e Christoph Holzhey. Berlino e Vienna, Turia + Kant, 2012.
Metamorphosing Dante: Appropriations, Manipulations, and Rewritings in the Twentieth and Twenty-First Centuries, a cura di Manuele Gragnolati, Fabio Camilletti e Fabian Lampart. Berlino e Vienna, Turia + Kant, 2011.
Dante’s Plurilingualism: Authority, Knowledge, Subjectivity, a cura di Manuele Gragnolati, Sara Fortuna e Jürgen Trabant. Oxford, Legenda, 2010.
Aspects of the Performative in Medieval Culture, a cura di Manuele Gragnolati e Almut Suerbaum. Berlino e New York, de Gruyter, 2010.
The Power of Disturbance: Elsa Morante’s « Aracoeli », a cura di Manuele Gragnolati e Sara Fortuna. Oxford, Legenda, 2009.
Dante Alighieri, Rime giovanili e della «Vita Nuova», a cura di Teodolinda Barolini; con note di Manuele Gragnolati. Milano, Rizzoli, 2009.
Il corpo glorioso. Il riscatto dell’uomo nelle teologie e nelle rappresentazioni della resurrezione, a cura di Claudio Bernardi, Carla Bino e Manuele Gragnolati. Pisa, Giardini, 2006.
Experiencing the Afterlife : Soul and Body in Dante and Medieval Culture. Notre Dame e Londra: University of Notre Dame Press, 2005.