top of page

Italian Thought News - Maggio 2023

Annuncio


Abbiamo il piacere di annunciare l’ingresso di un nuovo ‘centro di ricerca’ nel nostro Network: il Laboratorio “Unruly Natures”, diretto da Federico Luisetti, presso l’Università di San Gallo, Svizzera.


/

(ENG) Announcement

We are pleased to announce the inclusion of a new ‘research centre’ in our Network: the “Unruly Natures” Laboratory, directed by Federico Luisetti, at the University of St. Gallen, Switzerland.



Novità editoriali


1)

E. Stimilli, Filosofia dei mezzi. Per una nuova politica dei corpi, Neri Pozza, Milano 2023, pp. 224.





2)

M. Recalcati, A pugni chiusi. Psicoanalisi del mondo contemporaneo, Feltrinelli, Milano 2023, pp. 400.





3)

R. Esposito, Vitam instituere. Genealogia dell’istituzione, Einaudi, Torino 2023, pp. 168.





4)

M. Ferronato, Politica e passività. Percorsi nel pensiero di Antonio Rosmini, CEDAM, Padova 2023, pp. 200.





5)

G. Cospito, G. Francioni e F. Frosini (a cura di), Nazione, popolo, nazionale-popolare. Una costellazione gramsciana, Ibis, Como 2023, pp. 352.





6)

R. Peluso, La cura Goethe. Poesia e storia in Benedetto Croce, Bibliopolis, Napoli 2023, pp. 320.





7)

F. Berardi «Bifo», Disertate, Timeo, Palermo 2023, pp. 260.





8)

E. Praino, L’uso di sé. Archeologia della forma-di-vita, Orthotes, Nocera Inferiore (SA) 2023, pp. 288.





9)

G. Gentile, La tradizione italiana, a cura di C. Ocone, Historica Edizioni, Cesena 2023.






10)

M. Dantini, E. Pellegrini (a cura di), Arte e comunismo in Italia 1943-1964, “Predella. Rivista di Visual Art”, n. 52/2022.

Per ulteriori informazioni:




Eventi/Events


1)

Presentazione di fascicolo


16 maggio 2023 (ore 16:30), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Napoli, via Monte di Dio 14


Presentazione del fascicolo 2/2022 di “Filosofia Italiana”, Filosofia e storiografia filosofica. Le discussioni di ieri, le riflessioni di oggi, a cura di M. Biscuso e J. Salina. Presiede C. Megale (Università “Federico II” di Napoli). Intervengono E. Lisciani Petrini (Università di Salerno) e F. Lomonaco (Università “Federico II” di Napoli). Saranno presenti i curatori.

Per ulteriori informazioni:

/

(ENG) Presentation of issue


16 May 2023 (hours 4.30 pm), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Naples, Street Monte di Dio 14


Presentation of issue 2/2022 of “Filosofia Italiana”, Filosofia e storiografia filosofica. Le discussioni di ieri, le riflessioni di oggi, edited by M. Biscuso and J. Salina. Chaired by C. Megale (University “Federico II” of Naples). Speakers E. Lisciani Petrini (University of Salerno) and F. Lomonaco (University “Federico II” of Naples). The editors will be present.


For more information:




Filosofia italiana pdf
.pdf
Scarica PDF • 152KB


2)

Presentazione di libri


19 maggio 2023 (ore 16.30), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Napoli, via Monte di Dio 14

Presentazione del libro CON-VIVERE. Luoghi e forme della vita comunitaria. P. Vinci discute con S. Benvenuto, C. Sani e i curatori del volume R. Bracalenti e M. De Santis. Introduce F. Li Vigni.


Per ulteriori informazioni:

/

(ENG) Presentation of books


19 May 2023 (hours 4.30 pm), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Naples, Street Monte di Dio 14


Presentation of the book CON-VIVERE. Luoghi e forme della vita comunitaria. P. Vinci discusses with S. Benvenuto, C. Sani and the editors of the volume R. Bracalenti and M. De Santis. Introduced by F. Li Vigni.


For more information:




Con-vivere pdf
.pdf
Scarica PDF • 1.27MB


3)

Panel


20 maggio 2023 (ore 10:30), Salone Internazionale del libro, Torino, Sala Rosa, PAD 1


Omaggio a Benedetto Croce, filosofo liberale e conservatore, con L. Esposito, F. Giubilei, C. Ocone e D. Rondoni. In collaborazione con Giubilei Regnani Editore.


Per ulteriori informazioni:


/

(ENG) Panel


20 May 2023 (hours 10.30 am), Salone Internazionale del libro, Turin, Sala Rosa, PAD 1


Omaggio a Benedetto Croce, filosofo liberale e conservatore, with L. Esposito, F. Giubilei, C. Ocone and D. Rondoni. In collaboration with Giubilei Regnani Editore.


For more information:



4)

Presentazione di libri


25 maggio 2023 (ore 16:30), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Napoli, via Monte di Dio 14


Presentazione del libro di R. Peluso, La cura Goethe. Poesia e storia in Benedetto Croce. Introduce e modera il giornalista M. Lombardi. Intervengono S. Achella (Università di Chieti “Gabriele D’Annunzio”) ed E. Mazzarella (Università di Napoli “Federico II”). Sarà presente l’autrice.


Per ulteriori informazioni:


/

(ENG) Presentation of books


25 May 2023 (hours 4.30 pm), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Naples, Street Monte di Dio 14


Presentation of the book by R. Peluso, La cura Goethe. Poesia e storia in Benedetto Croce. Introduced and moderated by the journalist M. Lombardi. Speakers S. Achella (University of Chieti “Gabriele D’Annunzio”) and E. Mazzarella (University “Federico II” of Naples). The author will be present.


For more information:




Peluso pdf
.pdf
Scarica PDF • 213KB


5)

Presentazione di libri


29 maggio 2023 (ore 16:30), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Napoli, via Monte di Dio 14


Presentazione del libro di C. Ocone, Il non detto della libertà. Intervengono R. Esposito, P. Giustiniani e R. Viti Cavaliere. Sarà presente l’autore.

Per ulteriori informazioni:

/

(ENG) Presentation of books


29 May 2023 (hours 4.30 pm), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Naples, Street Monte di Dio 14


Presentation of the book by C. Ocone, Il non detto della libertà. Speakers R. Esposito, P. Giustiniani and R. Viti Cavaliere. The author will be present.


For more information:




Ocone pdf
.pdf
Scarica PDF • 203KB


6)

Presentazione di libri


8 giugno 2023 (ore 17:00), Roma, via Arco del monte 99/a


Presentazione del libro di B. Copenhaver e R. Copenhaver, Filosofia in Italia (1800-1950). Uno sguardo dall’esterno (Le Lettere, 2023). Intervengono M. Krienke, F. Meroi e C. Ocone. Introduce e coordina A. Meccariello.

/

(ENG) Presentation of books


8 June 2023 (hours 5.00 pm), Roma, Street Arco del monte 99/a


Presentation of the book by B. Copenhaver and R. Copenhaver, Filosofia in Italia (1800-1950). Uno sguardo dall’esterno (Le Lettere, 2023). Speakers M. Krienke, F. Meroi and C. Ocone. Introduced and coordinated by A. Meccariello.



Centro Filosofia Italiana
.pdf
Scarica PDF • 55KB


7)

7 – 8 giugno 2023, Universidad De Murcia


La Italian Theory en los debates filosóficos y políticos contemporáneos

/

(ENG) Conference


7 – 8 June 2023, Universidad De Murcia


La Italian Theory en los debates filosóficos y políticos contemporáneos





8)

Conferenza


8 – 10 giugno 2023, Università di Toronto (Canada)


Sesta Conferenza Internazionale Annuale della Society for Italian Philosophy


Per ulteriori informazioni:


/

(ENG) Conference


8 – 10 June 2023, University of Toronto (Canada)


Sixth Annual International Conference of Society for Italian Philosophy


For more information:






9)

Seminario


13 – 15 giugno 2023 (ore 16), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Napoli, via Monte di Dio 14


La democrazia moderna e il suo doppio, a cura di L. Cremonesi (SNS, Pisa), R. Fulco (Università di Messina) e A. Martinengo (Università di Torino). Programma: 13 giugno, M. Ciliberto (SNS Pisa) e R. Esposito (SNS Pisa), La potenza democratica. Spinoza; 14 giugno, F. M. De Sanctis (Accademia dei Lincei) e N. Urbinati (Columbia University), Tra democrazie e repubblicanesimo. Rousseau e Tocqueville; 15 giugno, G. Preterossi (Università di Salerno – IISF) e S. Lagi (Università di Torino), Laboratorio Weimar. Kelsen, Schmitt, Heller.

Per ulteriori informazioni:

/

(ENG) Seminar


13 – 15 June 2023 (hours 4 pm), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Naples, Street Monte di Dio 14


La democrazia moderna e il suo doppio, edited by L. Cremonesi (SNS, Pisa), R. Fulco (University of Messina) and A. Martinengo (University of Turin). Programme: 13 June, M. Ciliberto (SNS Pisa) and R. Esposito (SNS Pisa), La potenza democratica. Spinoza; 14 June, F. M. De Sanctis (Accademia dei Lincei) and N. Urbinati (Columbia University), Tra democrazie e repubblicanesimo. Rousseau e Tocqueville; 15 June, G. Preterossi (University of Salerno – IISF) and S. Lagi (University of Turin), Laboratorio Weimar. Kelsen, Schmitt, Heller.

For more information:





10)

Presentazione di libri


14 giugno 2023 (ore 18), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Napoli, via Monte di Dio 14


Presentazione del libro di R. Esposito, Vitam instituere. Genealogia dell’istituzione. Intervengono F. M. De Sanctis (Accademia dei Lincei), G. Preterossi (Università di Salerno, IISF) e N. Urbinati (Columbia University). Sarà presente l’autore.

Per ulteriori informazioni:

/

(ENG) Presentation of books


14 June 2023 (hours 6 pm), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Naples, Street Monte di Dio 14


Presentation of the book by R. Esposito, Vitam instituere. Genealogia dell’istituzione. Speakers F. M. De Sanctis (Accademia dei Lincei), G. Preterossi (University of Salerno, IISF) and N. Urbinati (Columbia University). The author will be present.


For more information:




Esposito pdf
.pdf
Scarica PDF • 259KB

Call for Papers


1)

“Il Pensiero. Rivista di filosofia”, 1/2024

Fantasia, fantasticheria, mostruosità, fascicolo a cura di M. Donà


Scadenza 1 novembre 2023. Uscita prevista del fascicolo aprile 2024.


Da sempre la fantasia degli umani è impegnata – oltre che a comprendere il reale per quello che esso sembra essere, ossia per quello che di esso appare più o meno chiaramente e distintamente – a immaginare un’altra e sconcertante realtà generata dalla deformazione fantastica della nostra esperienza ordinaria, anche se da mostri e creature improbabili è forse infestata già la nostra esistenza quotidiana – almeno secondo Rodolfo Wilcock: probabilmente, si tratta solo di saperli riconoscere!

In ogni caso, una cosa è certa: di mostri sono popolati la letteratura, l’arte, il mito e la filosofia occidentale di ogni epoca. Il Medioevo, ad esempio, è stato fucina di creature mostruose; ma anche il Rinascimento lo è stato.

In verità, esseri prodigiosi e bestiari di vario genere hanno continuato a ossessionare la nostra civiltà anche in tempi più recenti: si pensi, nel diciannovesimo secolo, alle “creature” più note, ormai parte dell’immaginario collettivo – al Frankenstein di Mary Shelley, ai Dr Jekyll e Mr Hyde di R.L. Stevenson o al Dracula di Bram Stoker. Si pensi poi, in pieno Novecento, ai racconti di Franz Kafka, o ai grandi protagonisti dell’avanguardia surrealista: le creature mostruose di Max Ernst o di Leonora Carrington, ma già quelle di Alberto Savinio, e le inquietanti creature, “mostruosamente belle”, immaginate da Boris Vian in E tutti i mostri saranno uccisi. O infine, per venire alla nostra tradizione letteraria, ai draghi di Dino Buzzati. (Ma di mostri si sarebbe rivelato pieno zeppo anche l’inconscio dissodato da Sigmund Freud).

Forse, dunque, il mostro e la mostruosità hanno a che fare con qualcosa che riguarda le sfere più essenziali e intime dell’umana psiche. E, forse, mostruose sono anche le più incredibili e improbabili architetture speculative cui ha saputo dare forma il pensiero occidentale: dallo Spirito assoluto hegeliano sino alla Struttura originaria di Emanuele Severino. Solo apparentemente “razionali”, dunque.

Da questo amplissimo materiale, che la Rivista si propone di sondare ospitando ricerche che ne dispieghino la ricchezza ma soprattutto ne esplorino le virtualità teoretiche, affiora perlomeno una domanda, che può fungere da filo conduttore del volume: se il lógos non abbia sempre avuto bisogno di mascherare il mostruoso da esso originariamente custodito e di far dunque credere, credere soltanto, che il reale sia fatto solo di logiche consequenzialità e chiarissime, ma soprattutto normalissime, relazionalità.

/

(ENG)


“Il Pensiero. Rivista di filosofia”, 1/2024

Fantasy, reverie, monstrosity, Editor M. Donà

Deadline: November 1, 2023; The issue is scheduled for release in April 2024.

Human imagination has always been engaged – in addition to understanding reality for what it appears to be, i.e. for what appears more or less clearly and distinctly of it – to imagine another and disconcerting reality generated by the fantastic deformation of our ordinary experience, even if our daily existence is perhaps already haunted by monsters and improbable creatures – at least according to Rodolfo Wilcock: probably, it’s just a matter of knowing how to recognize them!

In any case, one thing is certain: Western literature, art, myth and philosophy of every era are populated by monsters. The Middle Ages, for example, was a breeding ground for monstrous creatures; but the Renaissance was, too.

In truth, prodigious beings and beasts of various kinds have continued to haunt our civilization even in more recent times: suffice it to consider, in the nineteenth century, some of the well-known “creatures”, now part of the collective imagination – Mary Shelley’s Frankenstein, Dr Jekyll and Mr Hyde by R.L. Stevenson or Bram Stoker’s Dracula. Then think, in the middle of the twentieth century, of Franz Kafka’s stories, or of the great protagonists of the surrealist avant-garde: the monstrous creatures of Max Ernst or Leonora Carrington, but already those of Alberto Savinio, and the “monstrously beautiful” disturbing creatures, imagined by Boris Vian in Et on tuera tous les affreux. Or finally, to come to our own literary tradition, Dino Buzzati’s dragons. (But the unconscious tilled by Sigmund Freud would also prove to be full of monsters).

Perhaps, therefore, the monster and the monstrosity have to do with something that concerns the most essential and intimate spheres of the human psyche. And perhaps monstrous are also the most incredible and improbable speculative architectures to which Western thought has been able to give shape: from G.W.F. Hegel’s Absolute Spirit to Emanuele Severino’s Original Structure. Only apparently “rational”, therefore.

From this very extensive material, which the Journal intends to probe by hosting research that unfolds its richness but above all explores its theoretical virtualities, at least one question emerges, which can serve as the leitmotif of the volume: if the lógos has not always needed to mask the monstrous originally guarded by it and therefore to make believe, believe only, that the real is made up only of logical and very clear consequentiality, but above all very normal, relatedness.


321 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page